Attacco all’Umanità, il racconto di un gesto eroico.

Spread the love

Miei cari Amici e lettori affezionati, se un blog è come il proprio diario dei ricordi, ancora più aperto e ancora più pubblico, non posso far a meno di ringraziare pubblicamente ma in modo anonimo chi mi leggerà, perché fra i tanti che leggeranno questo mio articolo, una goccia nell’oceano infinito del web, c’è l’autore di queste parole che ho ricevuto in un messaggio via whatsapp e che custodisco fra le cose più care e preziose. Si sa ad una certa età, determinate azioni non si possono dimenticare, e cosi come si sgretolano improvvisamente amicizie anche trentennali che sembravano cementate, cosi se ne creano di nuove con legami più forti perché toccano l’animo più profondo. Orbene molti di Voi ricorderanno questo mio pensiero “il passaggio da sorci a topi” sicuramente letto da persone con animo nobile e gentile che hanno compreso la mia sofferenza. Orbene l’indomani mattina trovo sul mio whatsapp questo messaggio che mi ha davvero toccato e voglio condividerlo, non posso tenermi solo per me questo gesto, questo pensiero umano ed eroico che ho ricevuto, proprio di questi tempi in cui l’Umanità è sotto attacco.

Caro Giuseppe, vorrei dirti che se, per evitare il grave rischio del vaccino, decidessi di accettare la sospensione dello stipendio, da parte mia potrai contare su un sostegno economico da concordare, da 500 € in su. Io a motivo della positività mi sono scansato questo dramma. Quindi il Signore ha deciso che il mio stipendio serva a difendere i fratelli sottoposti a questa grave ingiustizia.

Capite bene che ricevere un messaggio del genere al di là di chi ciecamente come una nuova fede continua a credere nella dimostrata scarsa efficacia di questi sieri sperimentali, il pensiero che ho ricevuto è davvero grande. Vuol dire che c’è ancora tanta umanità intorno a noi, anche se oggi il vile danaro corrompe tutto e tutti ed è ormai l’unica ossessione dei politicanti di mestiere che indegnamente occupano quello che fu una volta il parlamento italiano. Dico fu una volta il parlamento italiano perché oggi, ridendo e scherzando lo chiamo il parlamento o meglio la corte del draghistan.

Termino qui questo mio pensiero che nessun sito specializzato a screditare informazioni vere come bufale potrà mai controbattere, perché in fondo se arrivassero a questo e tanti ancora non capissero che l’Umanità è in pericolo vuol dire che davvero meritiamo l’estinzione. Sempre nel rispetto dell’anonimato del mio racconto, parlandone con altri Amici, ho ricevuto un ulteriore bel pensiero che voglio condividere nella certezza che solo cosi daremo forza ed energia alla nostra umanità.

Se i Costituenti sono riusciti a fare quello che hanno fatto è stato perché hanno sofferto insieme in esilio, sui monti e nelle carceri fasciste, dove hanno cementato il senso di fratellanza.
Poi, il tempo, le pressioni interne e internazionali, le nuove generazioni hanno dissolto quel filo che univa le persone migliori di questo Paese. Questi tempi bui stanno cementando nuove fratellanze.

Grazie di esistere Amici dal cuore grande.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *