Timpulata SI – Timpulata NO

Spread the love

Una lettura più ampia dello schiaffo in mondovisione di Will Smith

Sinceramente penso che purtroppo i danni dei “comici” in quest’era di decadimento dei valori umani sono fatali. Di fatto questo è un altro evento divisivo delle opinioni già tese della gente in tutto e per tutto. Magari… chissà è stata tutta una gran recita, in un mondo dove pure il pianto fa parte dello spettacolo. Certo la timpulata (schiaffo) poteva esser data anche in privato e non praticamente in mondovisione e comunque Will Smith il gesto compiuto l’ha dovuto giustificare, mettendo a nudo il problema di salute della moglie, tanto valeva come si suol dire, per far cadere la faccia a terra al “comico” presentatore, che prendendo la parola spiegava che la battuta era infelice e da stupidi, perché sua moglie ha questi problemi di salute e che lui l’adora. Definirei l’episodio in una sola parola, “un americanata” un termine che esprime una esagerazione che molto spesso decade nel triviale. Anche noi di recente e non lo dimenticherò mai, nell’edizione del festival di Sanremo 2022, in questa martoriata italietta, abbiamo dovuto assistere al monologo di un “comico” come Fiorello che ha di fatto ironizzato su chi ha avuto seri danni collaterali dai vaccini yenkee sperimentali, imposti agli abitanti della penisola italiana e colonie dalla dittatura sanitaria, davvero un tristissimo episodio. Non c’è più la sensibilità, quella delicatezza e signorilità che ci rende di fatto esseri umani. Insomma il decadimento dei valori e della sensibilità colpisce anche la comicità sempre più triviale, acida e divisiva, una comicità con certi comici che oltrepassando alcuni limiti può fare seri danni, basti pensare nell’italietta e al suo comico genovese prestato alla politica, testimonial di un prodotto progettato come il movimento 5 stelle che con la sua propaganda rimasta impressa nella gente ha mortificato la parola stessa “politica” producendo alla fine solamente delusione nei propri elettori, per finire nello scenario internazionale dove oggi un comico recita la parte di un presidente di una nazione ed ha in mano la carne viva del popolo ucraino e non solo. Viviamo in un mondo in cui c’è bisogno di un pizzico di serietà e di buon senso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *